Close
logo-unesco
stemma-vescovo-castellucci
stemma-papa-francesco
Duomo di Modena: interni

In cattedrale dodici mesi di ponteggi per il restauro

Sono iniziati i lavori per il restauro della Cattedrale: l’intervento sui danni del sisma del 2012 durerà circa 12 mesi, in due fasi, e avrà un costo di 900 mila euro.
“I lavori – spiega l’architetto Elena Silvestri,  responsabile del progetto architettonico e direttore dei lavori – consisteranno all’interno nel consolidamento delle volte in mattoni, della struttura lignea di copertura e all’esterno dei torrini della facciata; saranno inoltre inserite nuove catene per aumentare la resistenza delle pareti e saranno riparate le lesioni presenti nelle murature. La maggior parte delle lavorazioni sarà condotta nei sottotetti. I lavori si svolgeranno in due fasi di accantieramento, per poter mantenere sempre una parte della cattedrale libera dai ponteggi ed accessibile per le visite e le celebrazioni. La cripta inoltre sarà sempre mantenuta libera per le funzioni liturgiche. La navata centrale avrà impalcature ‘a ponte’ che ne consentiranno la percorribilità a terra, nonostante i ponteggi che si svilupperanno in elevato”.
Nella prima fase dei lavori si interverrà sulla navata settentrionale, lato via Emilia, e su parte di quella centrale, per passare poi alla navata sud, lato piazza Grande, e a terminare quella centrale nella seconda.
Inevitabile qualche disagio durante il periodo dei lavori, ma si cercherà di ridurli il più possibile. La ditta “Cosis” di Spoleto, che si è aggiudicata il lavoro, si è detta ottimista sulla possibilità di consegnare parzialmente la Cattedrale in occasione della festa del Santo Patrono Geminiano. Sappiamo che i lavori su di un manufatto medievale possono riservare qualche sorpresa, ma il desiderio è quello di festeggiare anche nel 2018 il patrono nella domus clari Geminiani.
Il progettista strutturale è il prof. Tomaso Trombetti, progettista e direttore architettonico Elena Silvestri; direttore strutturale ing. Mario Silvestri.