Close
logo-unesco
stemma-vescovo-castellucci
stemma-papa-francesco

il Duomo

Nel 1099 il popolo modenese unanimemente (Clero e cittadini) decideva di ricostruire il tempio per custodire la tomba del Santo Patrono. Per questo, il Duomo è chiamato “CASA DI SAN GEMINIANO” e per questo la Cattedrale modenese, che costituisce uno dei piu importanti tasselli della cultura romanica in Europa, dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio dell’Umanità”, è così caro ai cittadini modenesi, così importante per la storia della fede delle terre emiliane e per la cultura italiana ed europea.

La storia del Duomo di Modena – Cronologia
397 Morte di San Geminiano, Vescovo ed evangelizzatore delle terre modenesi.
570 Epigrafe di Gundeberga (testimonianza della I Basilica).
883 (?) II Basilica ad Corpus per il culto del Santo e Patrono Geminiano.
1099 Fondazione della Cattedrale (Duomo). Lanfranco architetto, Wiligelmo scultore.
1106 Traslazione delle spoglie del Santo nella nuova cripta presenti Papa Pasquale II e Matilde di Canossa.
1184 Solenne consacrazione della Cattedrale alla presenza di Papa Lucio III.
Sec. XII-XIII Costruzione della Torre Campanaria o Civica.
1208-25 Bozalino “massaro del Santo”.
1231 Già esistente la Porta Regia.
Sec. XIII Lungo servizio presso il cantiere del Duomo di Anselmo da Campione e dei suoi discendenti.
1319 Completamento della Torre con la guglia.
1435-55 Costruzione delle colte (sul coro già eseguite nel 1444).
1529 L’Imperatore Carlo V prega nel Duomo.
1897-1925 Restauri del Duomo promossi da Tommaso Sandonnini.
1956 Restauri della cripta e apertura del Museo del Lapidario.
1975-1990 Campagna completa dei restauri esterni.
1988 Papa Giovanni Paolo II visita la Diocesi di Modena.
1997 Il Duomo e Piazza Grande sono dichiarati dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
1997-99 Celebrazioni millenarie (397,1099).
2000 Nell’anno del Grande Giubileo apertura del Museo del Duomo e riapertura del Museo Lapidario (i Musei del Duomo).
2003-2004 Lavori di revisione degli impianti luce e audio.
2006-2007 Nuovi lavori di restauro esterni (in particolare della facciata e delle coperture).
2006-2007 Celebrazioni per i 900 anni dalla traslazione e ricognizione del corpo di San Geminiano e dalla consacrazione dell’altare.

Orari di apertura

Il Duomo è aperto: - dal martedì alla domenica dalle 7.00 alle 19.00 (orario continuato). - il lunedì dalle 7.00 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19.00. - il 31 gennaio, Solennità di S. Geminiano, orario continuato 7.00-19.00. Le visite non sono consentite durante le celebrazioni. Invitiamo pertanto i turisti ad organizzare la propria visita tenendo presente le necessità della comunità in preghiera. In particolare non sono consentite visite di gruppo la mattina di domenica e dei giorni festivi. Per comodità, riportiamo di seguito gli orari da preferire per le visite di gruppo. - Dal martedì al sabato non festivi: 10.30-17.00 - Lunedì non festivi: 10.30-12.00 | 15.30-17.00 - Giorni festivi: 13.30-16.30 Si chiede la cortesia di spegnere i cellulari durante la permanenza in Cattedrale, o in alternativa, di utilizzare gli appositi sistemi di silenziamento. I Musei del Duomo sono aperti dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Chiusura settimanale: lunedì. Domenica di Pasqua: chiusi tutto il giorno.

Orari delle S. Messe

Riportiamo di seguito gli orari delle S. Messe celebrate in Cattedrale: - Giorni feriali: 8 - 9 - 10 - 12 - 18 - Giorni festivi: 8.30 - 9.45 (in latino e canto gregoriano) - 11 (parrocchiale) - 12.15 - 18 Nei mesi di Luglio e Agosto la S. Messa festiva delle ore 12.15 e la S. Messa feriale delle ore 12 sono sospese; la celebrazione festiva delle ore 10 è in lingua italiana. Durante gli orari di apertura della Cattedrale è solitamente presente almeno un confessore. Le visite non sono consentite durante le celebrazioni. In particolare non sono consentite visite di gruppo la mattina di domenica e dei giorni festivi. Invitiamo pertanto i turisti ad organizzare la propria visita tenendo presente le necessità della comunità in preghiera. Si chiede la cortesia di spegnere i cellulari durante la permanenza in Cattedrale, o in alternativa, di utilizzare gli appositi sistemi di silenziamento.