Close
logo-unesco
stemma-vescovo-castellucci
stemma-papa-francesco
Taddeo di Bartolo, paliotto con storie della vita di San Geminiano

San Geminiano: le celebrazioni

La Diocesi è in festa, giovedì 31 gennaio, per il Patrono S. Geminiano. Ecco il programma degli orari delle celebrazioni liturgiche.

Si ricorda che visitando la Cattedrale in devoto pellegrinaggio, come durante l’Anno Santo, dal pomeriggio del 30 a tutto il 31 gennaio, e compiendo le opere prescritte (Confessione e Comunione – anche in altro giorno vicino – professione di fede, Padre Nostro, preghiera mariana e preghiera per il Santo Padre), si può ottenere l’indulgenza plenaria.

Mercoledì 30 gennaio 

:: Ore 17.15 – Celebrazione dei Primi Vespri Pontificali, presieduti da S.E. Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo-Abate di Modena-Nonantola.
:: Ore 18.00 – S. Messa Vespertina della Vigilia, presieduta da S.E. Mons. Giacomo Morandi, segretario della Congregazione per la dottrina della fede.
:: Ore 21.00 – Veglia di preghiera con Ufficio delle Letture, presieduta da S. E Mons. Erio Castellucci. La veglia inizierà con il “rito della luce” e si concluderà con l’antichissimo inno di lode “Te Deum” presso la tomba di san Geminiano.

Giovedì 31 gennaio
La Cattedrale resterà aperta tutto il giorno dalle 6.30 alle 19.30 circa.

:: Ore 7 – Santa Messa, presieduta dal vicario generale don Giuliano Gazzetti.
:: Ore 8 – Santa Messa Episcopale, presieduta dal vescovo di Parma S.E. Mons. Enrico Solmi.
:: Ore 9 – Santa Messa Episcopale, presieduta dal vescovo emerito di Forlì-Bertinoro S.E. Mons. Lino Pizzi.
:: Ore 11.00 – Solenne Messa Pontificale. La celebrazione, presieduta da S. E. rev.ma Mons. Erio Castellucci, Arcivescovo-Abate di Modena-Nonantola, sarà preceduta dalla Benedizione alla città ed all’arcidiocesi con la reliquia del braccio di san Geminiano. Concelebreranno altri ecc.mi Arcivescovi e Vescovi, i Vicari episcopali, i Canonici di Modena, il priore del Capitolo Abbaziale, l’arciprete della Collegiata di Finale Emilia, i Vicari foranei, i sacerdoti del Seminario e il segretario dei religiosi.
:: Dalle 14.00 alle 17.00 – Venerazione delle reliquie di San Geminiano.
In questo orario, meglio che al mattino durante la celebrazione delle SS. Messe, è possibile venerare la tomba del santo patrono, come pure la reliquia del braccio di san Geminiano.
:: Ore 17.15 – Secondi Vespri Pontificali, presieduti da S.E. Mons. Erio Castellucci.
:: Ore 18.00 – Santa Messa Vespertina, celebrata dal vescovo emerito di Ravenna-Cervia S.E. Mons. Giuseppe Verucchi.

La tomba resterà aperta alla venerazione dei fedeli ancora qualche giorno dopo la festa, negli orari di apertura della Cattedrale.

 

Ricordiamo anche il Concerto di San Geminiano, che si terrà il 2 febbraio alle ore 21, in collaborazione con l’Ascamn (Associazione Scholae Cantorum Arcidiocesi di Modena e Nonantola). Questo concerto sarà l’occasione per festeggiare la fine dei lavori di consolidamento che hanno “impegnato” il duomo nei mesi passati; in programma l’esecuzione di musiche di Mozart, Perosi, Pancaldi e del maestro Luca Colombini, che per l’occasione ha composto l’opera inedita «Locus iste, clare Geminane».

 

Immagine di copertina: Taddeo di Bartolo, paliotto con storie della vita di San Geminiano. Pinacoteca di San Gimignano, foto Andrea e Fabio Lensini, archivio Fondazione Musei Senesi