Close
logo-unesco
stemma-vescovo-castellucci
stemma-papa-francesco
Dosso Dossi, Pala di San Sebastiano, Duomo di Modena

La Pala di San Sebastiano sarà presto restaurata

Coop Alleanza 3.0 sosterrà il restauro della “Pala di San Sebastiano” di Dosso Dossi, ubicata nel Duomo di Modena. La Pala, in cui è raffigurata la  Madonna col Bambino tra i santi Lorenzo e Rocco in gloria e i santi Giovanni Battista, Sebastiano e Giobbe, fu dipinta da Dosso Dossi nel 1518 e rappresenta una delle sue più alte realizzazioni in ambito sacro. La tavola segna un momento di massimo equilibrio nel percorso del pittore tra i valori cromatici e luministici di ascendenza veneta e le istanze plastiche del centro Italia. L’opera ubicata nel Duomo di Modena è una delle più rappresentative del periodo rinascimentale visibili all’interno del plesso sacro, collocata in posizione ben visibile a fianco della scala di accesso al presbiterio sopraelevato.

Le opere da restaurare grazie all’investimento di Coop Alleanza 3.0 sono state scelte con Fondaco Italia, società attiva nella valorizzazione dei beni culturali, in collaborazione con le istituzioni territoriali.  Sul sito Internet della cooperativa sarà possibile seguire il restauro, con informazioni sui tempi e l’avanzamento dell’intervento di recupero e valorizzazione degli stessi luoghi che accolgono i diversi capolavori.

Nel 2017, grazie a “Opera tua”, Coop Alleanza 3.0 ha restaurato con 100 mila euro 7 capolavori artistici. Di questi, 6 sono già stati recuperati: l’olio su tela “Sant’Anna con bambino” (cattedrale di Matera), l’olio su tela  “I fiori di cardo” di Basilio Cascella (Palazzo Farnese di Ortona, Chieti), l’olio su tavola “Sacra famiglia con Sant’Orsola” (Pinacoteca del Museo degli eremitani di Padova) la statua lignea “Cristo del XIII secolo” (Castello di Copertino, Lecce), l’olio su tela “Il giuramento degli anconetani” (Pinacoteca Francesco Podesti di Ancona), il “Mosaico a nido d’ape” (Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, Udine). Il monumento “Fontana del genio” (Piazza della Rivoluzione, Palermo) è in fase di restauro.