Close
logo-unesco
stemma-vescovo-castellucci
stemma-papa-francesco
Stagione Concertistica Duomo di Modena 2018/19

XVI Stagione Concertistica del Duomo

Sale il sipario sulla XXVI Stagione Concertistica del Duomo: repertori importanti, grandi nomi del panorama musicale italiano accanto a musicisti emergenti e giovani cantanti. Si conferma la vocazione formativa della direzione artistica. Saranno 15 gli appuntamenti in calendario in un’atmosfera del tutto particolare.
Ritornano nella programmazione i Vespri d’organo, mezz’ora di musica a preludio del Vespro, in calendario nelle 4 domeniche di Avvento e nelle 5 domeniche di Quaresima alle ore 17. L’edizione di quest’anno vedrà la collaborazione con il Conservatorio Vecchi-Tonelli: il maestro Bononcini all’organo sarà affiancato di volta in volta da singoli strumentisti e/o cantanti, allievi del triennio.
Il primo concerto della Stagione è in calendario il 21 novembre, giorno di Santa Cecilia, e si terrà in IDMS (via Tamburini 96) alle ore 21 e si esibiranno due organisti emergenti, Francesco Gibellini e Davide Zanasi, che separatamente proporranno una vera e propria antologia della letteratura organistica dal medioevo a oggi.
Seguiranno, imprescindibili per la tradizione della cattedrale, i consueti concerti di Santo Stefano, il pomeriggio del 26 dicembre, che propone il Magnificat e parti della Messa in Si minore di Bach e il Concerto di San Geminiano, il 2 febbraio alle ore 21, in collaborazione con l’Ascamn (Associazione Scholae Cantorum Arcidiocesi di Modena e Nonantola). Questo concerto sarà l’occasione per festeggiare la fine dei lavori di consolidamento che stanno “impegnando” il duomo in questi mesi; in programma l’esecuzione di un’opera inedita del maestro Luca Colombini intitolata  “Il Duomo e san Geminiano”.
Il 10 aprile alle ore 21 saranno protagonisti Pueri e Juvenes Cantores della cattedrale con un concerto di musiche di Santucci e Fauré, con Giuseppe Monari all’organo.
Gli ultimi due appuntamenti (8 maggio e 22 maggio) rappresentano il clou della Stagione e sono un vero e proprio fiore all’occhiello per la cattedrale cittadina. Ne saranno protagonisti due grandi maestri della musica organistica italiana: Roberto Marini e p. Theo Flury. Entrambi docenti del Pontificio Istituto di Musica sacra di Roma, eseguiranno il primo musiche di Bach, Reger, Duruflé e Vierne (di quest’ultimo autore la Messe solennelle op.16 eseguita insieme alla Cappella Musicale del Duomo); il secondo musiche di Franck e Improvvisazioni su temi gregoriani proposti dalla Schola Gregoriana del Duomo.
Accanto alla programmazione strettamente concertistica sin qui descritta, in collaborazione con l’Idms e il Pims, si terranno tre giornate di approfondimento con precise finalità di studio e formazione. Tali giornate hanno lo scopo di preparare all’esecuzione dei concerti che coinvolgono la Schola Polifonica e la Schola Gregoriana della Cattedrale, anche se, previa audizione, iscrizione e secondo le modalità indicate dalla direzione dell IDMS, potranno prevedere la partecipazione anche di coristi e musicisti esterni. Ecco le giornate in dettaglio: il 23 febbraio il Prof. F.K.Prassl (Pims) si dedicherà allo studio e all’analisi della liturgia delle domeniche di Quaresima; il 4 maggio il Prof. W. Marzilli (Pims) terrà un seminario in preparazione dell’esecuzione della Messe Solennelle di Vierne; il 18 maggio il Prof. G. Conti (Conservatorio di Lugano) analizzerà e approfondirà i temi del concerto del 22 maggio incentrato su temi mariani.
Anche quest’anno la realizzazione della Stagione Concertistica è stata resa possibile dalla generosità degli sponsor, a partire dagli Istituti bancari, la Bper Banca, main sponsor, e la Fondazione Cassa di Risparmio; l’azienda modenese Aceto Balsamico del Duca, che da sempre finanzia in modo esclusivo il Concerto di Santo Stefano.
Per il dettaglio dei singoli concerti, dei programmi, degli esecutori, dei luoghi e degli orari, si rimanda al Calendario generale allegato.